news-eventi-e-open-day

18

ott

gio

La convivenza delle Medie

“Nulla senza di te sarebbe quello che è”.

Sono i versi di Giorgio Caproni ad aver dettato il passo dei due giorni di convivenza spesi in Toscana dalle classi della Secondaria di primo grado il 27 e 28 settembre scorso. Amicizia, giochi, ma pure scoperte e studio sono stati il sale di quella che è stata più di una semplice gita, dove ogni studente ha potuto mettere a fuoco quanto preziose possano essere le sue domande, i suoi bisogni e, semplicemente, il suo esserci.

Per le prime medie tappa a Lucca, dove il gruppo è andato alla scoperta della città in sella a una bicicletta, pedalando lungo le mura cinquecentesche che circondano il centro. A seguire, le due classi hanno potuto ammirare la meravigliosa Piazza dell’Anfiteatro e la Cattedrale di san Martino.

Seconde medie col caschetto in testa, invece, per lasciarsi affascinare dalle cave di marmo di Carrara, entrando nel cuore delle bianchissime Alpi Apuane. Alla visita ha fatto seguito un lauto pranzo a Colonnata, dominato dal lardo locale, con tanto di spiegazione dei metodi di lavorazione di tale prelibatezza.

La terza media, infine, è salita a Sant’Anna di Stazzema, dove ha potuto conoscere da vicino il terribile eccidio che interessò il paese toscano nel 1944, anche attraverso il commovente racconto di uno dei sopravvissuti.

Alla sera, largo a giochi e canti nel salone dell’hotel di Pietrasanta, assaporando la bellezza dello stare insieme.

Il giorno successivo, le classi sono state suddivise per lavorare con i docenti, leggendo testi diversi su cui riflettere. C’è chi si è trovato tra le mani la lettera di un ex studente che raccontava di come ha scoperto il perdono attraverso la matematica; c'è chi ha invece riflettuto sul valore della pazienza e della bellezza attraverso il racconto della “Madonna Brutta” di Guareschi. Per le terze, spazio a due testi sul significato dello studio e come occasione per approfondire la conoscenza di sé.

Poi, finalmente, tutti in spiaggia per giocare e concedersi un bel bagno fuori stagione.

 

INDIETRO