news-eventi-e-open-day

18

feb

mar

Il linguaggio unisce

Primo posto nella premiazione degli elaborati video della categoria Junior

E dopo quasi due mesi di lavoro e approfondimento sul linguaggio e il potere della parola, è arrivata la tre giorni del Concorso Nazionale di Filosofia Romanae Disputationes. Di più: è arrivata la scoperta di aver raggiunto il primo posto nella premiazione degli elaborati video della categoria Junior. Questi i nomi dei nostri fantastici ragazzi: Angelica Crea, Lorenzo D’Agnelli, Giuseppe Danesi, Maddalena D’Ettorre, Giacomo Esposito, Gaia Genitoni, Mattia Guarinelli, Rebecca Massignan, Luca Respinti, Gabriele Tagliabue, Davide Valentini, Francesco Viscomi.

Il video ("Il linguaggio unisce") è il frutto di discussioni avvenute in momenti estranei al normale svolgimento delle lezioni e della regolare attività didattica. A fronte di diverse tesi e ipotesi di realizzazione, si è fatta piano piano strada l’idea di una comprensione di ciascuna di queste – senza sacrificio dell’una a vantaggio dell’altra – all’interno di una sceneggiatura che rappresentasse anche il vero e proprio dibattito che si è sviluppato tra i ragazzi stessi. Tutto ciò sostenuto dalla visione di alcune delle lezioni sul canale YouTube delle “Romanae Disputationes”, che hanno riempito di contenuti le differenti posizioni degli alunni. Da qui l’idea di ambientare il video all’interno di una classe, immaginando il momento di inizio delle lezioni mattutine quale occasione di confronto fra i ragazzi sul significato di ciò che sono chiamati a studiare. 

L’intensa e attiva partecipazione di ognuno, sia nella fase operativa che in quella realizzativa, ha facilitato l’emersione nella parte conclusiva del video di una sintesi tra le diverse posizioni espresse: le immagini dei dibattiti venivano a rappresentare innanzitutto l’esperienza in atto tra i ragazzi come insistente sottolineatura di quanto il linguaggio sia l’elemento che qualifica alcuni esseri viventi come persone, capaci altresì di riconoscersi come tali proprio in forza di simile carattere comune.  

Tutti gli iscritti, coordinati dal prof. Matteo Forte, sono stati coinvolti e a loro volta si sono sentiti coinvolti, sia durante le discussioni dalle quali è scaturita l’ideazione del video, sia nella concreta realizzazione. Nessuno si è limitato ad assistere, ma ognuno ha differentemente partecipato alla stessa attività, spesso secondo le proprie inclinazioni: c’è chi ha scritto testi e battute, chi ha recitato e interpretato una parte (spesso coincidente con la posizione espressa nel dibattito da cui è scaturita l’ideazione del video), chi ha ripreso le scene e, infine, chi ha montato il video.

E alla fine è arrivato pure l'inaspettato premio.

GUARDA IL VIDEO!

 

 

INDIETRO