news-eventi-e-open-day

12

mar

lun

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO CLASSI QUARTE

Non solo Work Experience a Londra

 

Il 5 marzo, anche i ragazzi che non hanno aderito alla proposta londinese, hanno cominciato il loro periodo di alternanza. La scelta della destinazione è stata sviluppata in seguito a un colloquio con la Preside, volto a favorire l'orientamento dei giovani. L'intento è quello di valorizzarne le vocazioni personali, arricchire la formazione acquisita nei percorsi scolastici e formativi, con l'acquisizione di competenze spendibili anche nel mercato del lavoro e rispondere agli interessi e gli stili di apprendimento individuali.

Tutte le aziende ospitanti sono di altissimo livello: la Fondazione Tettamanti, all’interno del Centro Maria Letizia Verga, dove il nostro alunno, accolto dal sig. Giovanni Verga, si occuperà di osservare la diagnostica biomedica nel campo delle leucemie infantili; la Orange Telecomunicazioni, che ha preparato per i nostri ragazzi un programma basato sulla Digital Transformation del mondo del lavoro, la Corporate Social Responsibility e che prevede la partecipazione a meeting internazionali; oppure il Museo Milan, che affiderà agli studenti l’accoglienza dei turisti, la spiegazione della storia del prestigioso club, e tutto quanto riguarda l’assistenza dei visitatori. Un particolare progetto è quello sviluppato con lo Studio Boeri Architetti, quello del “Bosco Verticale”, dove un nostro alunno, particolarmente appassionato di architettura, lavorerà fino alla fine di aprile e si occuperà della comunicazione, mentre al mattino collaborerà con Federlegno Arredo. Da ultimo l’azienda Giovanardi, con la quale collaboriamo da anni, e che è uno dei leader nel settore della progettazione di idee e tecnologie per la comunicazione sul punto vendita e non solo. In essa l’alternanza si svilupperà nel seguire la genesi di un prodotto dalla progettazione alla realizzazione.

Questa significativa esperienza è una occasione di conoscenza, perché il fare un’opera costituisce un modo fondamentale per allargare la ragione a tutti i suoi aspetti: conoscitivo, affettivo-relazionale, ma anche pratico e sociale. Occorre essere quindi costruttivi, e non perdere occasioni per crescere. Questo è lo scopo con cui noi facciamo l’alternanza.

 

INDIETRO