Il parco della Villa si estende per circa 20.000 mq alle spalle del fabbricato. Ha una grande superficie a prato, circondata da alberi di alto fusto che seguono il perimetro delle mura.

A ovest, lungo il muro che delimita la proprietà con la Via Tazzoli, sono presenti due collinette.
Sotto la prima si trova una grotta che fungeva da ghiacciaia, dove un tempo veniva stipata la neve utilizzata d'estate per gli usi di cucina; sopra la seconda si trova in piccolo edificio di un vano e con una torretta, probabilmente destinato ai giochi dei più piccoli.

Lungo il lato nord c'è una cappella votiva in stile neoclassico con una statua della Madonna a figura intera; verso il lato sud si avverte la presenza della palestra interrata.
Tra i numerosi alberi (circa 150), molti sono quelli secolari, tra cui spicca una quercia alta più di 20 metri e un cedro del Libano di circa 400 anni, dal tronco di quasi 5 metri di circonferenza.