news-eventi-e-open-day

15

giu

gio

Suor Gloria e il mestiere di vivere

La fondatrice dell'ordine monastico dell'Adorazione Eucaristica ha incontrato i tantissimi presenti nel teatro ripercorrendo le tappe salienti della sua storia di ex alunna al Collegio fino agli anni della vocazione, per poi condividere buona parte della giornata insieme a ragazzi e genitori

Toccante, bello, coinvolgente, emozionante, appassionantedivertente. Sono questi alcuni degli aggettivi con cui descrivere l'incontro con suor Gloria Riva dal titolo "Il mestiere di vivere", tenutosi sabato 10 giugno in teatro in occasione della festa di fine anno della scuola. Accolta dal rettore Francesco Valenti e introdotta da un ex alunno del Guastalla oggi padre di figli a loro volta in questo istituto, Daniele Bonvicini, di fronte a una platea strapiena di ragazzi, genitori ma anche di tante persone desiderose di ascoltarla, suor Gloria ha ripercorso la sua storia di ex studentessa prima al Guastalla alle Scuole primaria e media, successivamente al Liceo artistico presso le Preziosine fino al Teatro dell'arte al Castello Sforzesco a Milano. In quegli anni, per mantenersi agli studi inzia a disegnare fumetti per "L'intrepido". A 21 anni un grave incidente segna la sua vita e da lì a breve scaturirà la sua vocazione con il conseguente ingresso dapprima nell'ordine delle Adoratrici Perpetue del SS. Sacramento e successivamente a fondare l'ordine monastico dell'Adorazione Eucaristica

"Imparando i rudimenti del teatro ho sperimentato per la prima volta la contemplazione, intesa come possibilità di essere protagonisti della propria vita' immergendosi' nel personaggio che si deve interpretare" ha raccontato suor Gloria che rivolgendosi ai tanti ragazzi presenti li ha esortati a "cercare la verità di voi in modo unico e particolare, la ripresa della vostra identità vi salva dal pensiero comune. Per questo motivo dobbiamo conservare e preservare la storia da cui veniamo". E riferendosi al tema dell'incontro ha concluso: "La felicità è fare esattamente quello per cui sei nato: in questo consiste per me il mestiere di vivere".

Suor Gloria, accompagnata dalla mamma, da una amica di famiglia e dalla consorella suor Maddalena, si è poi fermata a pranzo nel parco, ha visitato la scuola e insieme a loro, al rettore e ad Adele Schilirò, ha partecipato alla giuria per la "Torta più buona" fatte da ragazzi e adulti. 

Leggi tutti gli articoli dedicati a suor Gloria nella sezione RASSEGNA STAMPA

Guarda la gallery fotografica dell'incontro e della giornata di suor Gloria in Guastalla su flickr.com

 

 

 

 

INDIETRO