news-eventi-e-open-day

07

feb

mer

Incontro con il dott. Mario Sala della Praxis Management.

Prosegue l'orientamento per i Licei

Metti un lunedì mattina piovoso, un esperto di comunicazione, il desiderio di capire la strada da intraprendere dopo la maturità. Metti la sorpresa di cogliere una profondità sconosciuta nella pubblicità, il cliente, il prodotto, le più grandi aziende mondiali. Immagina di farlo insieme a Dante, Nietzsche, Van Basten, Pupi Avati e…al latino! Ecco l’incontro di orientamento del 5 febbraio tra Mario Sala e gli studenti delle quarte e quinte Liceo.

Siamo nell’era del cliente e i ragazzi di oggi - non più millennials ma della generazione Z  -  sono i clienti più studiati della storia, quelli che inconsapevolmente vogliono “tutto” da ciò che comprano. Ma che cosa desiderano realmente?

Su questa domanda, una volta all’anno, le più grandi aziende del mondo si trovano a riflettere, nel “World Retail Congress”. E da qui è emersa una risposta sorprendente: non si ha bisogno più di cose ma di strumenti, di relazioni sincere, uniche e genuine. Si ha il bisogno di essere compresi per poi, a propria volta, comprendere il mondo.

Oggi nelle aziende la differenza la fa chi dimostra di saper comprendere, ma per farlo, occorre relazionarsi con la vita degli altri: occorre darsi per entrare in sintonia. Questa capacità è una dote divina, come dice Dante nel IX Canto del Paradiso. Darsi per comprendere, come Dio. E Pupi Avati rincalza: “Ci sono due tipi di persone: quelle che si tengono e quelle che si danno”. L’augurio fatto ai ragazzi è quello di spendere questi ultimi mesi senza tenersi niente, ma impegnandosi per comprendere e conoscere.

Dall’incontro non ci portiamo via nozioni, ma una scoperta.

 

INDIETRO